pavimento in microcemento

Il Pavimento in Microcemento – Episodio 14

In questo episodio illustreremo i vari passaggi che dal massetto hanno permesso di arrivare al pavimento finito. 

Per casa Arcobaleno abbiamo scelto di realizzare un pavimento in microcemento, un tipo di pavimentazione a base di resine e cemento, che viene posata direttamente in opera seguendo diverse fasi.

Tra i vantaggi più interessanti ricordiamo senza dubbio l’assenza di fughe e l’avere un basso spessore.  

Per comprendere al meglio le varie fasi di realizzazione del pacchetto pavimento, ti invitiamo a guardare il video completo dell’episodio n.14 cliccando su Play nel video qui sotto!

Di seguito, vediamo nel dettaglio quali sono le varie fasi di realizzazione.

Fase 1: carteggiatura del massetto

La prima lavorazione consiste nella carteggiatura del massetto, di cui vi invitiamo a guardare la realizzazione nel precedente episodio cliccando qui, che viene svolta tramite una macchina roto-orbitale, al fine di rendere la superficie del massetto perfettamente liscia e priva di imperfezioni.

carteggiatura massetto

Successivamente la superficie viene aspirata per togliere tutta la polvere lasciata dalla carteggiatura.

Fase 2: rinforzo soglie e piatti doccia

La seconda fase del processo prevede il rinforzo dei punti di discontinuità delle soglie e dei piatti doccia, con una rete a base di fibra di vetro e resina epossidica.

L’intera superficie viene poi ricoperta con un apposito primer, che viene steso a rullo. Sopra al primer, con la tecnica a spolvero, viene aggiunta una sabbia silicea molto sottile, che ha lo scopo di rendere la superficie leggermente scabra al fine di migliorare l’aderenza degli strati successivi.

stesura del primer

Fase 3: stesura del fondo

Si passa a questo punto alla stesura del fondo. Il fondo è composto da una resina bicomponente che viene versata e tirata mediante l’utilizzo di spatole. 

stesura del fondo

Con il fondo ancora fresco si passa allo spolvero di uno strato consistente di sabbia di quarzo con granulometria di un paio di mm. Questo strato farà da aggrappante tra il fondo e lo strato di finitura che verrà posato successivamente.

Il risultato di questa operazione è una superficie particolarmente scabra e regolare.

Fase 4: posa della resina in microcemento

Su questa base si procede infine con la posa dell’ultimo strato di finitura, ossia la resina a base di microcemnto bicomponente. Quest’ultima viene versata direttamente sul fondo ruvido e tirata a mano con l’utilizzo di spatole e frattazzi.

stesura resina microcemento
stesura resina microcemento 1

Quando l’ultimo strato ha raggiunto una consistenza adeguata, ma risulta ancora lavorabile, viene levigato con una macchina a lame rotanti denominata “elicottero”. 

Il risultato finale è una pavimentazione continua, molto resistente e sottile.

Hai già guardato gli altri episodi? Clicca qui e scopri di più!

Ti invitiamo a condividere l’articolo e ad iscriverti al canale YouTube per non perdere i prossimi episodi di realizzazione di Casa Arcobaleno.

Infine, puoi iscriverti alla nostra newsletter compilando il modulo qui di seguito.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *