pacchetto pavimento

Realizzazione del Pacchetto Pavimento – Episodio 13

In questo episodio illustreremo i vari passaggi che dalla fondazione ci permetteranno di arrivare al pavimento finito di Casa arcobaleno. La stratigrafia progettata del pacchetto pavimento, che vedremo realizzarsi in questo episodio, corrisponde al dettaglio dello schema che vedete qui sotto. 

schema fondazione

Per comprendere al meglio le varie fasi di realizzazione del pacchetto pavimento, ti invitiamo a guardare il video completo dell’episodio n.13 cliccando su Play nel video qui sotto!

Di seguito, vediamo nel dettaglio quali sono le varie fasi di realizzazione.

Fase 1: isolamento della fondazione

La prima operazione da eseguire consiste nella posa dell’isolante sopra la fondazione.

Come primo passaggio, la superficie viene pulita accuratamente, e successivamente si procede con la posa dei pannelli battentati in XPS da 100 mm, che devono essere fissati mediante apposito adesivo. 

Su questa base verranno in seguito stesi e fissati gli impianti idraulici ed elettrici, comprensivi dei tubi per la ventilazione meccanica controllata. Una volta terminata la posa delle tubature si può procedere con la lavorazione successiva, che consiste nel getto dell’isocal.

Fase 2: getto dell’isocal

L’isocal è una miscela di acqua cemento ed EPS con la funzione di isolare e creare uno strato di riempimento a copertura delle tubazioni degli impianti. 

Fornirà la base per la posa dei pannelli radianti dell’impianto a pavimento. Per realizzare l’isocal, direttamente in cantiere vengono miscelati i componenti grazie ad un’apposita macchina che provvede anche al pompaggio ai piani della miscela. 

realizzazione miscela isocal

La miscela contiene molta acqua pertanto è bene proteggere le strutture in legno del primo solaio con un freno vapore accuratamente nastrato e sigillato. 

Prima di procedere con il getto viene definita la quota di fine getto con l’utilizzo di una livella laser. In seguito il materiale viene versato fino a raggiungere la quota di progetto e viene successivamente lisciato e tirato al fine di ottenere una superficie il più liscia possibile. 

L’utilizzo dell’isocal al posto del più frequente Foamcell permette di ottenere uno strato più consistente e meno compressibile, con il risultato di minimizzare i cali in fase di assestamento. 

getto isocal

Fase 3: posa dell’impianto radiante a pavimento

Una volta indurito ed asciugato lo strato di isocal, si può procedere con la posa dell’impianto radiante a pavimento.

Le varie fasi di posa comprendono: 

  • la stesura di una barriera vapore tra isocal e pannello isolante al piano terra, 
  • la posa di uno strato separatore lungo il perimetro delle pareti, al fine di scollegare l’impianto radiante dalle strutture verticali
  • e la posa dei pannelli bugnati che andranno ad ospitare le tubazioni dell’impianto vero e proprio. 
posa pannelli bugnati

Una volta preparata la base, vengono posate le serpentine ad anello, seguendo il progetto dell’impianto radiante. Ogni anello farà capo ad una elettro-valvola gestita dal sistema di termoregolazione che comanderà le varie zone.

Fase 4: posa del massetto sottopavimento

La lavorazione successiva consiste nella posa del massetto sottopavimento. Per casa Arcobaleno abbiamo scelto di utilizzare un massetto all’anidride, composto principalmente da solati di calcio, che si indurisce mediante una reazione esotermica, raggiungendo valori di resistenza meccanica molto elevati.

Il piano di posa viene preparato semplicemente disponendo delle dime indicanti la quota di fine getto che vengono via via rimosse man mano che si procede con il getto del massetto. Come si vede dal video, il massetto è molto fluido e si autolivella.

posa massetto sottopavimento

Quest’ultimo deve maturare in condizioni di alta umidità per alcuni giorni e successivamente avrà bisogno di asciugarsi completamente prima di procedere con la posa del pavimento. 

Hai già guardato gli altri episodi? Clicca qui e scopri di più!

Ti invitiamo a condividere l’articolo e ad iscriverti al canale YouTube per non perdere i prossimi episodi di realizzazione di Casa Arcobaleno.

Infine, puoi iscriverti alla nostra newsletter compilando il modulo qui di seguito.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *