Storia del sistema costruttivo Blockbau

Uno dei materiali da costruzione migliori che esistano in natura è senz’altro il legno.

Da sempre viene utilizzato per realizzare strutture ed edifici più o meno complessi data la sua versatilità ma soprattutto date le sue incredibili caratteristiche strutturali. Si conosce poco però riguardo la storia dei vari sistemi costruttivi adottati nel corso del tempo, storia che ha portato ad una grande evoluzione nell’utilizzo del materiale. 

Rimanendo legati a questo tema verrebbe subito da chiedersi qual è stato il primo sistema costruttivo realizzato in legno.

Se potessimo andare a ritroso nel tempo ci imbatteremmo sicuramente nel sistema Blockbau, un tipo di costruzione massiccia che prevede l’utilizzo di veri e propri tronchi sovrapposti orizzontalmente tra loro, incastrati tramite intagli effettuati nel legno.

Grande diffusione di questo sistema c’è stato in particolare nelle zone nordiche come la Scandinavia, la Germania e l’Austria, caratterizzate da un’alta concentrazione di boschi da cui ricavare la materia prima. Attraverso questo sistema non venivano utilizzati viti o chiodi per assicurare il tutto, ma al massimo cavicchi di legno duro.

casa antica sistema blockbau

Quali problemi presentavano queste costruzioni?

Essendo realizzate interamente dagli stessi proprietari, queste abitazione manifestavano numerosi problemi di tipo pratico-abitativo che non agevolavano la vita quotidiana degli inquilini.

Nonostante ciò erano strutture solide e stabili, ne sono la dimostrazione i tanti esempi di Blockhouse secolari giunti fino a noi.

Che cosa non consideravano i nostri antenati nella costruzione?

Non tenevano conto delle proprietà del legno e del fatto che si tratta di un materiale vivo capace di modificarsi seguendo le condizioni atmosferiche deformandosi e trasformandosi facilmente. Nello specifico non consideravano i movimenti di assestamento del legno in fase di essicazione o il movimento di ritiro che si verifica se non opportunamente contrastato.

In ogni caso fino alla fine dell’800 la costruzione di case attraverso il sistema Blockbau era di prassi in tutta Europa, in particolare nel panorama alpino. Con l’introduzione del cemento armato e dell’acciaio, il legno ha visto un progressivo declino del suo utilizzo.

esempio di abitazione con sistema blockbau

Un cambiamento dunque più che un’evoluzione vera e propria. E oggi? Negli ultimi anni l’enorme aumento di sensibilità verso i temi relativi alla sostenibilità ambientale hanno comportato una crescita esponenziale dell’utilizzo del legno nel settore edilizio.

Data la stabilità delle antiche Blockhause non si è abbandonata la tecnica costruttiva, ma piuttosto la si è migliorata. Nelle immagini vedete il cambiamento e l’evoluzione di questo sistema, dall’incastro di semplici tronchi fino al sistema costruttivo Primolam.

sistema blockbau moderno

interni con sistema primolam

Grazie allo studio ingegneristico dei materiali e alla sperimentazione, avere un edificio in legno massiccio solido, stabile, sicuro da terremoti, incendi e inquinamento acustico è oggi possibile.

Per qualsiasi domanda o ulteriore informazione commentate l’articolo o contattateci direttamente, siamo a vostra disposizione.

Iscriviti alla nostra newsletter

News del settore e gli articoli di WoodBlog per orientarti meglio sul mercato delle costruzioni in legno.

Leggi la Privacy Policy


2 commenti

Trackbacks & Pingbacks

  1. […] tutti gli aspetti che riguardano i sistemi costruttivi a base legno: dall x lam al telaio, dal blockbau ai mattoni in […]

  2. […] più antico sistema di costruzione in legno è il sistema Blockbau, che ha caratterizzato la realizzazione delle abitazioni e degli edifici di tutta Europa fino alla […]

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.